lunedì 21 aprile 2008

artisticamente

cari i miei perditempo da competizione(mai quanto il sottoscritto),non ho voglia,come al solito,di combinare una benemerita cippa.Sarà dovuto ad un'influenza mal curata,sara che ho contratto il virus della lagnusia,sta di fatto che questa piacevole condizione è ormai cronica.
Veniamo ora a considerazioni più stimolanti.
Non posso fare ameno di bearmi e godere di questa opportunità,per ora solo accennata,della scelta di Roby Calderoil nella funzione di vicepremier.
Finalmente una sopalla degna per quel mattacchione del Silvio.
Sulla carta risultano una copia imbattibile,un duo di questo livello non teme paragoni.
Dovessi azzardare,citerei coppie del calibro di Ric e Gian oppure Gian Marco Tognazzi ed Alessandro Gassman.
Il premier fieramente autodidatta ed il possibile vice, cresciuto artisticamente alla scuola dei Legnanesi. Con due così, no limits. Non avranno neanche più bisogno di canovacci, sarà pura improvvisazione.Non so se il mondo è pronto, ma io incrocio le dita e spero che il sogno si avveri.
P.S.: a tutt'oggi non mi è ancora pervenuta risposta alla mail da me spedita in quel di novembre 2007 alla rete LA7, dopo che la stessa aveva così cordialmente provveduto a epurare Luttazzi, reo di esprimere il proprio pensiero.
per la cronaca, nella mail li definivo "bambini cattivi e dispettosi".
Quando si dice personaggi oberati di lavoro.
Resto fiducioso.
Statemi sani e belli

1 commento:

artecleto biccioni ha detto...

cacchiarola, il virus della lagnusia ce l'ho anch'io e mi piacerebbe sapere chi fu l'untore.
chiaramente sono anch'io fiducioso e speranzoso nel viceprimiers che gia' ce lo invidia tutto l'occidente.
Vrg